Biografia


Attilio Albergoni è nato a Palermo il 31 gennaio del 1949 e ha lavorato sino al 2014 presso il Comune di Palermo –Archivi e Spazi Etnoantropologici – Archivio Storico Comunale. Da oltre vent’anni conduce ricerche storiche, iconografiche e documentali, presso archivi italiani ed esteri, sulla Sicilia e, in particolare, sulla città di Palermo durante gli anni ’30 e ’40, con approfondimenti sul periodo che la vide fortemente coinvolta negli eventi del Secondo conflitto mondiale. La vita quotidiana della popolazione in quegli anni e tutto il mondo atipico creato dalla guerra che gravitava intorno ad essa sono rimasti in gran parte dimenticati; anni terribili e controversi, sono la chiave di volta per comprendere il presente nel quale viviamo. Il 2 giugno 2010 ha avuto conferita, da parte del Presidente della Repubblica Italiana, l’onorificenza di Cavaliere dell’Ordine al Merito della Repubblica Italiana. Ha ricoperto vari incarichi culturali e, in particolare, è stato Direttore della Sezione Fotografica del Museo del Mare – Arsenale Borbonico di Palermo, Presidente della SIPBC (Società Italiana per la Protezione dei Beni Culturali) sezione della Sicilia e, attualmente, è Presidente dell’Associazione culturale Mediterraniae. Nel corso di questi anni ha curato l’allestimento di diverse mostre fotografico-documentali, anche all’estero, ha pubblicato libri e articoli per quotidiani e riviste (anche specializzate) ed è stato relatore ad incontri e convegni. Consulente storico per conto dell’United States Information Office di Palermo nel marzo 2007, a supporto di una ricerca condotta dal JPAC americano con sede alle Hawaii, per la ricerca di piloti USA precipitati in Sicilia (KIA: Killed In Action) nel trritorio palermitano nel 1943. Nel 2008 è stato consulente della Soprintendenza Reg.le ai BB.CC.AA. e P.I. per un lavoro teso al recupero di un Ricovero Antiaereo a Palermo e nel 2009 ha prestato la sua opera di consulenza per il Comune di Palermo (Ass.to al Turismo e P.I. e Cultura) per l’allestimento di una mostra presso un altro Ricovero antiaereo incluso in un percorso sotterraneo cittadino.

2019 Attilio Albergoni – ricercatore storico-militare. All rights reserved.


SINTESI DEI LAVORI SVOLTI

Il 27 dicembre 2017 a compendio della Mostra è stato pubblicato, a cura della Soprintendenza ai BB. CC. e AA. di Palermo, il volume “La Guerra dell’Arte” contenente anche tutta la cronologia dei bombardamenti sulla città di Palermo, alla data delle ricerche nel 2017. Il 21 dicembre 2017 si è inaugurata la Mostra “La Guerra dell’Arte“ presso il Convento della Magione. La manifestazione è stata curata da Attilio Albergoni e organizzata da Mediterraniae in partnership con la Soprintendenza ai BB.CC. e AA. di Palermo, RAI Sicilia, Navarra Editore, Biblioteca regionale A. Bombace. Il tema è quello dei monumenti di Palermo distrutti dalla Seconda Guerra mondiale e iniziati a recuperare nell’autunno 1943 dal Soprintendente Mario Guiotto e dal Cap. USAAF Mason Hammond dell’AMGOT. Mostra fotografica, etnoantropologica e documentale. Settembre 2014. Per le Vie dei Tesori Mediterraniae si é resa disponibile all’iniziativa con una conferenza sul Centro Storico palermitano bombardato durante la guerra e con una passeggiata tra i monumenti cittadini che sono rimasti danneggiati dai bombardamenti dell’ultimo conflitto. Il Presidente Attilio Albergoni ha partecipato ad entrambe le manifestazioni. Il 6 maggio 2014 con l’Associazione Mediterraniae ha curato l’allestimento, in collaborazione con l’arch. Vincenzo Crisafulli e la Soprintendenza regionale ai BB.CC. e AA. della Mostra fotografica e documentale “Palermo immagini della memoria 1937 – 1947″, tenutasi a Palazzo Ajutamicristo. Escursus fotografico – documentale sui monumenti cittadini danneggiati durante la Seconda Guerra mondiale. Il 17 dicembre 2013 é stata pubblicata la seconda edizione, ampliata di 48 pagine e riveduta, del libro “Palermo Immagini della Memoria: 1937 – 1947 – Antologia di un decennio”, della quale è coautore assieme all’architetto Vincenzo Crisafulli. Nel giugno 2013, in occasione del 70° anniversario dello sbarco Alleato in Sicilia del 9/10 luglio quale presidente della Associazione Culturale MEDITERRANIAE, in collaborazione con RAI Sicilia, ha organizzato una serie di eventi dal 9 al 22 giugno ed il 22 luglio. Gli eventi (svoltisi nel mese di giugno e non a luglio per evitare sovraposizioni con le festività per la Patrona S. Rosalia) sono stati organizzati a titolo gratuito e senza alcun compenso. In particolare, si sono svolte mostre fotografiche, conferenze e incontri, che hai Culturali, della Biblioteca Centrale regionale Bombace, del Museo Archeologico regionale A. Salinas, del Comune di Palermo, dell’Archivio di Stato di Palermo, dell’Archivio Storico Comunale di Palermo, dell’Esercito Italiano, dell’Arma dei Carabinieri di Palermo, della Fanfara del 12° Btg. Carabinieri di Palermo, dell’Università di Palermo – Dipartimento d’Architettura, della Banca CARIGE Sede Palermo Area Sicilia – Puglia, del Comando provinciale dei VV.FF. di Palermo, della Polizia Municipale di Palermo, della Corale San Sebastiano della Polizia Municipale di Palermo. I temi dello sbarco, dell’ingresso a Palermo delle truppe americane, della guerra con i suoi bombardamenti e distruzioni delle abitazioni e dei monumenti cittadini, la musica del periodo e tanti altri temi di carattere etnoantropologico sono stati discussi in varie, prestigiose, sedi culturali cittadine. Sono intervenuti, tra gli altri, Autorità consolari degli USA, Russia e Germania. E’ stata stampata una cartolina per l’occasione ed é stato creato un annullo speciale. A dicembre 2010 ha pubblicato “Guida alle Postazioni militari e Batterie antiaeree del territorio di Palermo 1940 – 1943″ (seconda parte della ricerca storica sulle postazioni militari del territorio palermitano). Nell’ottobre 2010 ha pubblicato il volume “Sicilia 1937. Le Grandi Manovre dell’Anno XV” (ricerca sulle manovre militari del 1937 in Sicilia, presagio dello sbarco del ’43). Nell’aprile 2010 ha pubblicato il libro “Il Puparo di piazza Marina”, variegate storie di RR. Carabinieri ambientate in Sicilia durante l’ultima guerra. Nel 2008 è stato curatore scientifico e realizzatore della Mostra fotografica “Fortificazioni costiere palermitane dal XV al XX secolo” (excursus storico delle opere difensive costiere nel palermitano: dalle torri di guardia ai bunker). Nel 2007 è stato stampato il libro “La Prefettura di Palermo 1930-1944″, storia e documenti della Prefettura di Palermo in un momento particolare della sua vita operativa (ed. fuori commercio). Nel dicembre 2006 ha pubblicato il Cd-Rom interattivo con libro “Architetture militari fortificate nel territorio di Palermo 1940 – 1943”, storia delle postazioni militari italiane durante il Secondo conflitto mondiale (Prima parte).

Il 18 dicembre 2004 ha pubblicato il libro “Palermo Immagini della Memoria: 1937 – 1947 –Antologia di un decennio”, del quale è coautore con l’architetto Vincenzo Crisafulli. Dal novembre 2003 al febbraio 2004, ha curato una serie di 30 poster e articoli intitolati “Le ali di Palermo”, con immagini di velivoli antichi e moderni, realizzata in collaborazione con l’architetto Cesare Calcara Presidente della Associazione VOLARE, pubblicati settimanalmente dal Giornale di Sicilia. Nel 2003 è stato curatore scientifico della Mostra fotografico-documentaria “Oltre ogni tempo” in occasione del 60° anniversario del terribile bombardamento del 9 maggio 1943 sulla città di Palermo. Nel settembre 2001 è stato curatore scientifico della mostra fotografico-documentaria “La Marina Militare italiana nella prima metà del ’900″, tenutasi presso l’Arsenale della Regia Marina Borbonica – Museo del Mare di Palermo. Nel 2000 ha pubblicato il libro “Racconti palermitani del ’43″, testimonianze di sopravvissuti al conflitto mondiale che investì la città di Palermo. Nel 2000 ha collaborato all’ allestimento dello stand del Museo del Mare di Palermo al Salone della Nautica di Parigi Per il Museo del Mare di Palermo ha curato, nel 1998, l’allestimento della Sezione fotografica alla “VI Biennale Internazionale del Mare” a Castel dell’Ovo, Napoli.

(Tutti i Diritti riservati)