Palermo 43 – 2016 L’immobilità delle macerie 20.11.2016

Continua a leggere »

Conferenza del 20 aprile al Rotary PA Mediterranea

Rotary CLUB Palermo Mediterranea 15 aprile alle ore 20.30   Evento Interclub organizzato dal Rotary Club Palermo Mediterranea. Partecipano i Club Palermo OVEST, Palermo MONREALE, Palermo TEATRO del SOLE. Le fotografie si riferiscono ad aluni momenti della serata: il Presidente del Rotary Club Palermo Mediterranea Arch. Cesare Calcara, al centro, a sx il Dott. Giuseppe […]

Continua a leggere »

Mostra “Da Costa a Costa” febbraio 2007

Le fotografie delle postazioni militari nel palermitano

Continua a leggere »

Mostra Fortificazioni dal XVI al XX sec.

03 maggio 2008                               Si é tenuta al Circolo Sottufficiali di Presidio la mostra su: “Fortificazioni costiere palermitane dal XVI al XX secolo”. Sono state esposte fotografie delle fortificazioni costiere, antiche e moderne, esistenti lungo la suggetiva costa palermitana. Sono intervenuti: […]

Continua a leggere »

L’Ambasciatore della RFT per il 70° dello Sbarco Alleato in Sicilia

  L’Ambasciatore della Repubblica Federale di Germania, Ecc. Schäfers, si é recato a visitare la mostra sui tedeschi a Palermo organizzata nell’ambito delle manifestazioni curate da Mediterraniae e RAI per il 70° anniversario dello Sbarco in Sicilia del 1943. Come più volte ribadito non si é trattato di celebrazioni ma soltanto di ricordare un periodo […]

Continua a leggere »

Cartolina per il 70° dello Sbarco Alleato del 1943

                La cartolina é stata stampata grazie al contributo dato dal Rotary Club Palermo Est alle Manifestazioni e distribuita, gratuitamente, in tutti gli eventi cittadini.

Continua a leggere »

22 luglio 2013 RAI Concerto Carabinieri

Presso l’Auditorium RAI di Palermo si svolta la manifestazione che chiude la ricorrenza dello Sbarco Alleato in Sicilia e del conseguente ingresso delle truppe americane a Palermo il 22 luglio 1943: “Luglio 1943. Palermo sotto un cielo di stelle e … strisce”. Degna conclusione delle giornate precedenti con la Fanfara del 12° Btg Carabinieri Sicilia […]

Continua a leggere »

Visita alla Base Navale di Sigonella 2013

Interessante ed istruttiva visita alla Base Navale USA di Sigonella. Per la cronaca, tutti i lavori della base sono stati eseguiti dalle Coop Rosse.

Continua a leggere »

Passo del Garrone, visita alla postazione della WW II

 

Continua a leggere »

A bordo della USS INCHON 1980

Continua a leggere »

Palermo 43 – 2016 L’immobilità delle macerie 20.11.2016

Locandina tavola rotonda Palermo 43016

Conferenza del 20 aprile al Rotary PA Mediterranea

 

Evento Interclub organizzato dal Rotary Club Palermo Mediterranea. Partecipano i Club Palermo OVEST, Palermo MONREALE, Palermo TEATRO del SOLE. Le fotografie si riferiscono ad aluni momenti della serata: il Presidente del Rotary Club Palermo Mediterranea Arch. Cesare Calcara, al centro, a sx il Dott. Giuseppe Cumia, a dx il Dott. Pietro Attanasio e il Dott. Nuccio Valenza, rispettivi Presidenti degli altri Club.

L'immagine può contenere: sMSAConferenza Attilio Albergoni a Palazzo Fatta per il Rotary Club

Rotary Med 4 DSC_1296

Rotary Med 3 DSC_1261Rotary Med 2 DSC_1293

Mostra “Da Costa a Costa” febbraio 2007

Invito alla presentazione del libro dal quale la mostra prende spunto

Invito alla presentazione del libro dal quale la mostra prende spunto

OLYMPUS DIGITAL CAMERA

Le fotografie delle postazioni militari nel palermitano
Altre fotografie

Altre fotografie

Descizione della Mostra

Descizione della Mostra

Mostra Fortificazioni dal XVI al XX sec.

03 maggio 2008

Invito Mostra Fortificazioni

Invito Mostra Fortificazioni

Alcuni tra gli intervenuti

Alcuni tra gli intervenuti

Foto della Mostra

Foto della Mostra

Foto della mostra

Foto della mostra

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Si é tenuta al Circolo Sottufficiali di Presidio la mostra su: “Fortificazioni costiere palermitane dal XVI al XX secolo”. Sono state esposte fotografie delle fortificazioni costiere, antiche e moderne, esistenti lungo la suggetiva costa palermitana. Sono intervenuti: il dott. Maurizio Graffeo, il prof. Saverio Brancato (purtroppo ora scomparso), il dott. Gian Paolo La Colla, l’arch. Salvo Greco, il dott. Rino Francaviglia, l’arch. Giuseppe Valenti.

L’Ambasciatore della RFT per il 70° dello Sbarco Alleato in Sicilia

Io Ambasciatore  Schäfers e Cons. Militello all'Utveggio

Da dx: Ambasciatore Schäfers, Presidente Albergoni  e Console Onorario Militello, all’Utveggio.

 

L’Ambasciatore della Repubblica Federale di Germania, Ecc. Schäfers, si é recato a visitare la mostra sui tedeschi a Palermo organizzata nell’ambito delle manifestazioni curate da Mediterraniae e RAI per il 70° anniversario dello Sbarco in Sicilia del 1943. Come più volte ribadito non si é trattato di celebrazioni ma soltanto di ricordare un periodo importante della nostra storia e comune a tutte le Nazioni coinvolte. Il Diplomatico era accompagnato dal Console Onorario della RFT a Palermo Prof. Dott. Militello.  Il Presidente del CERISDI prof. Cardinale, l’arch Salamone e il dott. Tantillo hanno reso possibile la mostra e hanno dato la possibilità a quanti non conoscevano il Castello di poterlo visitare.

Cartolina per il 70° dello Sbarco Alleato del 1943

Cartolina Luglio 1943 lato A

Cartolina Luglio 1943 lato A

Cartolina Luglio 1943 lato B

Cartolina Luglio 1943 lato B

 

 

 

 

 

 

 

 

La cartolina é stata stampata grazie al contributo dato dal Rotary Club Palermo Est alle Manifestazioni e distribuita, gratuitamente, in tutti gli eventi cittadini.

22 luglio 2013 RAI Concerto Carabinieri

Presso l’Auditorium RAI di Palermo si svolta la manifestazione che chiude la ricorrenza dello Sbarco Alleato in Sicilia e del conseguente ingresso delle truppe americane a Palermo il 22 luglio 1943: “Luglio 1943. Palermo sotto un cielo di stelle e … strisce”. Degna conclusione delle giornate precedenti con la Fanfara del 12° Btg Carabinieri Sicilia che ha eseguito magistralmente brani dell’epoca e moderni sotto l’impeccabile maestria del Direttore. Altrettanto bella e degna di nota l’esecuzione dei brani del Trio Lescano di nuova formazione.

22 luglio 2013 Fanfara 12 btg CC

22 luglio 2013 Fanfara del 12° Btg CC Sicilia.

 

Visita alla Base Navale di Sigonella 2013

Interessante ed istruttiva visita alla Base Navale USA di Sigonella. Per la cronaca, tutti i lavori della base sono stati eseguiti dalle Coop Rosse.

Cokpit quadrimotore Orion

Cockpit del quadrimotore Orion

Visita a Sigonella. A bordo dell'Orion antisom.

Visita a Sigonella NAS. A bordo dell’Orion antisom.

Passo del Garrone, visita alla postazione della WW II

Attilio Passo Garrone 11.06.09

Attilio Albergoni al Passo Garrone 11.06.09.       Visita effettuata con il socio Roberto Campanella

 

A bordo della USS INCHON 1980

Io e lt. Kennedy sul ponte della USS Inchon a Palermo

Io e lt. R. Kennedy sul ponte della USS Inchon a Palermo

This feature has not been activated yet. Install and activate the WordPress Popular Posts plugin.

Postazioni militari a Palermo 1940 – ’43

Febbraio 2010

Trappeto PBC al belvedere

Trappeto PBC al belvedere

       Nel vasto panorama storico siciliano, per intenderci parliamo dalla preistoria sino ai nostri giorni, il periodo di tempo occupato dalla Seconda Guerra mondiale copre un arco di tempo che se pur di breve durata, per fortuna, offre interessanti spunti di studio. E’ questo il caso delle postazioni di difesa del territorio che furono costruite dai militari italiani col concorso, nel 1943, anche di imprese esterne sempre secondo i capitolati d’appalto disposti dal Regio esercito.

       Ancora oggi alcune di queste architetture militari fortificate, una sorta di archeologia industriale – militare, sono visibili lungo le strade e sulle alture del territorio palermitano a testimonianza di fatti bellici che non li videro coinvolti se non in minima parte, almeno ciò vale per le postazioni difensive vere e proprie, mentre per le postazioni antiaeree il discorso è ben diverso in quanto svolsero un ruolo di contrasto notevole alle varie incursioni Alleate. Possiamo dire, quindi, che questi manufatti si sono conservati nel tempo, sono passati ormai 67 anni, in modo ottimo pur se con qualche distinguo dovuto più all’incuria umana dei nostritempi ed ai materiali dell’epoca, che ai dissesti bellici veri e propri.

Castello Utveggio postazione tedesca

Castello Utveggio postazione tedesca

Proprio le postazioni dislocate sulla fascia tirrenica non risentirono più di tanto di assalti diretti da parte nemica, a differenza delle postazioni situate nel versante meridionale siciliano mediterraneo che furono investite, e difese dai militari italiani almeno nei primi giorni di sbarco Alleato, direttamente e con notevole forza d’urto sia di tiri navali che di carri armati e cannoni. Molte di queste postazioni sono andate distrutte nel dopoguerra per l’inevitabile ampliamento di strade e ferrovie, ma anche per edificare nuove abitazioni o, molto più semplicemente, perché erano d’intralcio ai trattori dei proprietari terrieri che dovevano lavorare i campi. Il lavoro di ricognizione e censimento che ho intrapreso alcuni anni orsono mi ha portato a

Postazione a Cefalù SS 113

Postazione a Cefalù SS 113

catalogare siti e opere, anche quelle connesse alle attività militari ma non ricadenti nella classifica delle postazioni vere e proprie, sparsi nel territorio di Palermo  che resteranno un punto fermo nella memoria storica comunque vada il progresso. Non mi stancherò certo di augurare che gli  Organi competenti provvedano fermare la loro distruzione, non foss’altro per lasciare ai posteri una  testimonianza di un periodo storico vissuto da questa terra, o quantomeno legiferare in merito almeno per arrestare il loro abbattimento indiscriminato. L’opera instancabile del 12° Genio Militare di Palermo nel settore di pertinenza del XII Corpo d’Armata della 6^ Armata fu meritoria e instancabile, non solo per i tempi stretti operativi del ’43, che videro un’accelerazione delle fortificazioni costiere, ma anche per la carenza di cemento e ferro, sopratutto, che fecero si che le costruzioni potessero reggere soltanto ad un assalto molto limitato nel tempo e di calibri medio – piccoli.     Certo queste opere sono ben lontane dal somigliare a quelle imponenti tedesche del Vallo Atlantico, ma restano comunque delle strutture fortificate che almeno non dovettero fruire del contributo forzato delle braccia dell’Organizzazione Todt.

                                                                                      

(Fotografie Attilio Albergoni ©)

      

                                                                                                                     
 
 
Top