Le postazioni militari nel territorio di Palermo

Questi due lavori, ormai datati, sono il risultato di una ricerca sul territorio di Palermo e provincia in merito alle postazioni militari della Seconda Guerra mondiale. Unico lavoro nel suo genere é stato anche il primo in assoluto. Quando uscirono i due volumi, nel 2006 e nel 2010, ci volle del tempo per cercare – […]

Continua a leggere »

Conferenza al Centro Studi Americani di ROMA

Giorno 11 febbraio 2019 alle ore 17,30 presentazione del libro “La Guerra dell’Arte” di Attilio Albergoni, prodotto dalla Soprintendenza ai BB.CC.AA. di Palermo. Porgerà i saluti il Prof. Daniele Fiorentino Università di Roma Tre e membro del Board CSA. Interverranno: Prof.ssa Maria Gabriella Gribaudi docente di Storia Contemporanea alla UNINA Federico II e la Prof.ssa […]

Continua a leggere »

Cerimonia consegna Targa in ricordo del Cap. Mason Hammond.

Il giorno 24 marzo è stata consegnata una Targa ricordo alla memoria del Cap. USAAF Mason Hammond, primo Advisor A.M.G.O.T.  Sub Commission Fine Arts & Monuments, per il lavoro di salvaguardia dei monumenti di Palermo svolto in sinergia con il Soprintendente Mario Guiotto, stante la situazione di grande disagio che regnava in città dopo i […]

Continua a leggere »

Lettera di complimenti dal Touring Club di Palermo dopo la visita alla Mostra “La Guerra dell’Arte”.

Dopo la visita del Tourig Club Italiano – Club di Palermo, alla Mostra “La Guerra dell’Arte”, abbiamo ricevuto una gentile e gradita lettera che pubblichiamo di seguito con molto piacere.

Continua a leggere »

La Guerra dell’Arte

Attilio Albergoni ha presentato al pubblico per conto della Soprintendenza ai Beni Culturali e Ambientali di Palermo e in occasione della mostra “La Guerra dell’Arte”, un volume che ripercorre i temi della mostra ma con una notazione storica, puntuale e corposa. Edito da Navarra Editore, curato nella veste grafica dall’arch. Vincenzo Crisafulli e stampato da […]

Continua a leggere »

La Harvard University in visita alla mostra “La Guerra dell’Arte”.

Domenica 11 marzo 2018 mattina alcuni studenti della Harvard University sono venuti a visitare la mostra “La Guerra dell’Arte”, erano accompagnati dal Prof. Alex Walthall – Assistant professor of Greek and Roman Archaeology, Dep. of Classic – University of Texas at Austin. E’ stato senza dubbio un grande piacere e un grande onore riceverli visto […]

Continua a leggere »

Presentazione del volume “La Guerra dell’Arte” – 6 marzo 2018.

E’ stato presentato il giorno 6 marzo 2018 a Palazzo Ajutamicristo alle ore 17.00, sede della Soprintendenza ai BB.CC. e AA. di Palermo, il volume dal titolo “La Guerra dell’Arte” (edizione fuori commercio). Il volume é pubblicato per conto della Soprintendenza ai BB.CC. e AA. di Palermo, é edito da Navarra Editore, la veste grafica […]

Continua a leggere »

Prorogata la mostra “La Guerra dell’Arte” sino al 3 giugno 2018

La Soprintendenza ai BB.CC. e AA di Palermo ha prorogato la mostra al Convento della Magione sino al 3 giugno 2018 vista l’affluenza di pubblico e delle scuole.

Continua a leggere »

Conferenza con i Club Rotary su: La Guerra dell’Arte

Continua a leggere »

Visita Mostra “La Guerra dell’Arte” e conferenza 22.1.2018.

   

Continua a leggere »

Le postazioni militari nel territorio di Palermo

Copertina libro Architetture MilitariQuesti due lavori, ormai datati, sono il risultato di una ricerca sul territorio di Palermo e provincia in merito alle postazioni militari della Seconda Guerra mondiale. Unico lavoro nel suo genere é stato anche il primo in assoluto.

Quando uscirono i due volumi, nel 2006 e nel 2010, ci volle del tempo per cercare – trovare e classificare il materiale, suscitarono subito un certo interesse tanto da dare il via a progetti simili che altro non furono che scopiazzature senza sostegno storico. Sono contento che il mio lavoro sia stato preso ad esempioLibro Guida alle Postazioni Militari da coloro che sono venuti dopo e hanno trovato la strada spianata. Molte altre postazioni, allora non trovate, sono state censite ma non pubblicate in quanto ancora allo studio perchè di particolare interesse ed in luoghi non agevolmente accessibili.                                                      Attilio Albergoni marzo 2019.

 

 

 

 

Conferenza al Centro Studi Americani di ROMA

Logo centrostudiamericani
Giorno 11 febbraio 2019 alle ore 17,30 presentazione del libro “La Guerra dell’Arte” di Attilio Albergoni, prodotto dalla Soprintendenza ai BB.CC.AA. di Palermo. Porgerà i saluti il Prof. Daniele Fiorentino Università di Roma Tre e membro del Board CSA. Interverranno: Prof.ssa Maria Gabriella Gribaudi docente di Storia Contemporanea alla UNINA Federico II e la Prof.ssa Maria Gabriella Pasqualini esperta di Storia dei Servizi d’Informazione e Sicurezza. Modererà l’incontro Andrea Borgnino di RAI Radio Techeté. Sarà presente la Dott.ssa Elizabeth Hammond figlia del Capitano Mason Hammond dell’AMGOT.

Il centro foto

Da sx. Prof. Gribaudi, Prof. Pasqualini, Dott. Brognino di Rai Techetè, Albergoni, Prof. Fiorentino membro del Board CSA.

Da sx. Prof.ssa Gribaudi, Prof.ssa Pasqualini, Dott. Brognino di Rai Techetè, Albergoni, Prof. Fiorentino membro del Board CSA.

Da sx: Prof. ssa Gribaudi, Prof.ssa Pasqualini, Dott. Brognino, Attilio Albergoni.

Da sx: Prof. ssa Gribaudi, Prof.ssa Pasqualini, Dott. Brognino, Albergoni.

Cerimonia consegna Targa in ricordo del Cap. Mason Hammond.

Il giorno 24 marzo è stata consegnata una Targa ricordo alla memoria del Cap. USAAF Mason Hammond, primo Advisor A.M.G.O.T.  Sub Commission Fine Arts & Monuments, per il lavoro di salvaguardia dei monumenti di Palermo svolto in sinergia con il Soprintendente Mario Guiotto, stante la situazione di grande disagio che regnava in città dopo i bombardamenti (alleati dal gennaio 1943 in poi). Il Prof. Hammond, insegnate di Lettere Classiche ad Harvard, aiutò finanziariamente la Soprintendenza ai Monumenti di allora al fine di mettere in sicurezza quanti più monumeti possibile. Allo stesso tempo il Guiotto dovette misurarsi con la totale mancanza di materiali da impiegare mentre Hammond, dal canto suo, sperimentò l’assenza di collaborazione del resto dell’A.M.G.O.T.; non ostante ciò riuscì a creare e scrivere le prime direttive per coloro che in futuro sarebbero stati i “Monuments Men”.

24.03.2018

Da sx. Mary Taylor, Attilio Albergoni, Elizabeth Hammond, e il marito Mr. Timothy Llewellyn, al Convento della Magione

Ha ritirato la Targa la figlia Elizabeth appositamente giunta da Londra. Presenti autorità civili e militari nonchè amici.

Targa Hammond inglese

Lettera di complimenti dal Touring Club di Palermo dopo la visita alla Mostra “La Guerra dell’Arte”.

Dopo la visita del Tourig Club Italiano – Club di Palermo, alla Mostra “La Guerra dell’Arte”, abbiamo ricevuto una gentile e gradita lettera che pubblichiamo di seguito con molto piacere.Lettera Touring Internet

La Guerra dell’Arte

Attilio Albergoni ha presentato al pubblico per conto della Soprintendenza ai Beni Culturali e Ambientali di Palermo e in occasione della mostra “La Guerra dell’Arte”, un volume che ripercorre i temi della mostra ma con una notazione storica, puntuale e corposa. Edito da NaCopertina La Guerra dell'Artevarra Editore, curato nella veste grafica dall’arch. Vincenzo Crisafulli e stampato da Seristampa di Palermo, il volume ha il pregio, tra l’altro, di contenere l’elenco cronologico di tutte le incursioni aeree giorno per giorno dal 1940 al 1943. Sono altresi elencati monumenti, palazzi storici, chiese, abitazioni civili e botteghe che furono distrutti o danneggiati in quegli anni. Uno strumento di lavoro e ricerca completo, unico nel suo genere e mai sino ad ora pubblicato. La manifestazione si è svolta a Palazzo Ajutamicristo il giorno 6 marzo alle ore 17,00, presenti il Soprintendente arch. Lina Bellanca, il prof. Giovanni fatta, l’arch. Matteo Scognamiglio e il giornalista prof. Lino Buscemi.

La Harvard University in visita alla mostra “La Guerra dell’Arte”.

Harvard Sito 4 IMG_20180311_125534603Domenica 11 marzo 2018 mattina alcuni studenti della Harvard University sono venuti a visitare la mostra “La Guerra dell’Arte”, erano accompagnati dal Prof. Alex Walthall – Assistant professor of Greek and Roman Archaeology, Dep. of Classic – University of Texas at Austin. E’ stato senza dubbio un grande piacere e un grande onore riceverli visto che il Cap. Mason Hammond era professore ad Harvard ed ha operato a Palermo con l’AMGOT alla fine del 1943 per la ricostruzione dei nostri monumenti bombardati.

Chiostro magione FB

Il Chiostro della Magione.

Harvard Sito 2 IMG_20180311_130331321_HDR

A sinistra il prof. Alex Walthall, Attilio Albergoni, la guida Sig.ra Gabriella.

 

On March Sunday 11, 2018 morning, some students from Harvard University came to visit the exhibition “La Guerra dell’Arte”, they were accompanied by Prof. Alex Walthall – Assistant Professor of Greek and Roman Archeology, Dep. of Classic – University of Texas at Austin. It is undoubtedly a great pleasure and a great honor to receive them since CapHarvard Sito 9 IMG_20180311_121747617t. Hammond was a professor at Harvard and he worked in Palermo with AMGOT at the end of 1943 for the reconstruction of our bombed monuments.

Presentazione del volume “La Guerra dell’Arte” – 6 marzo 2018.

E’ stato presentato il giorno 6 marzo 2018 a Palazzo Ajutamicristo alle ore 17.00, sede della Soprintendenza ai BB.CC. e AA. di Palermo, il volume dal titolo “La Guerra dell’Arte” (edizione fuori commercio). Il volume é pubblicato per conto della Soprintendenza ai BB.CC. e AA. di Palermo, é edito da Navarra Editore, la veste grafica è stata curata dall’arch. Vincenzo Crisafulli, la tipografia é la Seristampa di Palermo.   Hanno presentato il volume: La soprintendente ai BB.CC. e AA di Palermo arch. Lina Bellanca, l’arch. Matteo Scognamiglio già dirigente della Soprintendenza, il Prof. Ing. Giovanni Fatta dell’UNIPA,  il giornalista prof. avv. Lino Buscemi e l’autore Attilio Albergoni.

Il volume ripercorre i temi della mostra omonima che è stata prorogata sino all’otto aprile 2018.Copertina La Guerra dell'Arte

Prorogata la mostra “La Guerra dell’Arte” sino al 3 giugno 2018

La Soprintendenza ai BB.CC. e AA di Palermo ha prorogato la mostra al Convento della Magione sino al 3 giugno 2018 vista l’affluenza di pubblico e delle scuole.

Io e Battaglia di Himera FB

Attilio Albergoni e “I soldati della Battaglia d’Himera” del 480 a.C.

Conferenza con i Club Rotary su: La Guerra dell’Arte

Conferenza Rotary 22.1.2018 sito IMG_1072

Palazzo Fatta. Da sx Arch. Lina Bellanca Soprint. BB. CC. e AA. di Palermo – Cav. Attilio Albergoni – Dott. Contorno Pres. Rotary Club Palermo Est – Dott. Ottavio Rago Pres. Rotary Club Palermo Mediterranea.

Conferenza Rotary 22.1.18IMG_1064 internet

Convento della Magione mostra “La Guerra dell’Arte”. Da sx. cav. Attilio Albergoni – Dott. Contorno del Rotary – Arch. Dragotta Giuseppe e Arch. Lina Bellanca della Soprintendenza BB.CC. e AA.

Visita Mostra “La Guerra dell’Arte” e conferenza 22.1.2018.

Conferenza Rotary 22.1.2018 sito IMG_1072

Da sx Arch. Lina Bellanca della Soprintenza BB. CC. e AA. di Palermo – Attilio Albergoni – Dott. Contorno Pres. Club Rotary Palermo Est – Dott. Ottavio Rago Pres. Club Rotary Mediterranea.

 

 Rotary trasp RGB copia

Conferenza Rotary 22.1.18IMG_1064 internet

Convento della Magione. Da Sx Attilio Albergoni – Pres. Contorno – Arch. Dragotta e Arch. Bellanca della Soprintendenza BB.CC. e AA di Palermo.

This feature has not been activated yet. Install and activate the WordPress Popular Posts plugin.

Il grande poliziotto Joe Petrosino

Joe Petrosino polizziotto calabrese a NYC

Joe Petrosino polizziotto calabrese a NYC

Il 12 marzo 1909 intorno alle ore 20,30 cessava di vivere a Palermo un uomo che aveva dedicato la sua vita al riscatto della figura dei meridionali italiani, ma sopratutto degli immigrati meridionali di quel tempo, negli Stati Uniti, lavorando onestamente e tenacemente per conto della giustizia della nuova Patria che l’aveva accolto. Il  suo nome? Joe Petrosino, e quest’anno ricorre il centenario della sua morte. Mitico investigatore dotato di grande caparbietà, capacità e un intuito molto spiccato, approdò negli States proveniente dal piccolo paese di Padula, in terra di Campania celebre anche per la famosa Abbazia di San lorenzo. Distintosi per numerose operazioni condotte nel Police Department di New York con l’arresto di numerosi criminali italoamericani, all’età di 49 anni ricopriva il grado di luogotenente nella squadra Italian Legion, formata da poliziotti tutti italiani, e si era reso perfettamente conto di quali strade si dovessero battere per cercare di porre un freno alla criminalità mafiosa esportata dalla Sicilia, Campania e Calabria negli Stati Uniti d’America.

In quegli anni l’organizzazione che soprintendeva ai bisiniss del malaffare a New york era soprannominata La mano nera, per via dell’impronta nera stampata che veniva lasciata sui luoghi dei suoi crimini o dei messaggi d’avvertimento indirizzati a chi non

Fattura del Caffè dove andò Petrosino

Fattura del Caffè dove andò Petrosino

voleva piegarsi al suo volere. Petrosino decise così di recarsi a Palermo, in incognito, per indagare di persona su una pista che stava seguendo, ma non ostante i suoi travestimenti e i continui cambiamenti di nome, il suo arrivo in Italia fu preceduto dalla sua fama ampiamente strombazzata dai giornali americani che addirittura stilarono un elenco del suo itinerario italiano. Una occasione troppo ghiotta per chi aveva giurato di fargliela pagare. Dopo aver cenato da solo al Caffè Oreto di Piazza Marina, l’edificio è ancora esistente e un altro bar ha preso il suo posto, paga il conto, lascia la mancia ed esce incamminandosi lungo il marciapiede della Villa Garibaldi, per recarsi all’albergo Hotel de France dove alloggia, stranamente non prende la strada più breve subito a sinistra uscendo dal bar, ma percorre il marciapiede dal lato che fronteggia il palazzo Fatta e poi il palazzo Partanna, non più esistente, ed è proprio li che sotto le fronde dei Ficus secolari trova ad attenderlo due uomini con i quali parla e… la morte arriva. Quattro colpi di pistola fermano la vita di un investigatore che aveva dedicato la sua vita alla lotta contro il crimine organizzato, senza che il delitto potesse avere un colpevole palesemente dichiarato, anche se, si pensò subito che la mano doveva essere quella di Don Vito Cascio Ferro che aveva giurato di ammazzarlo con le proprie mani per fagli pagare l’ingerenza nei suoi traffici siculo americani.

Biglietto di traway simile alla corsa che prese Petrosinoo

Biglietto di traway di Piazza Marina

All’Archivio Storico del Comune di Palermo si conservano dei grandi libroni neri, i Necroscopici, nei quali venivano annotati tutti i decessi cittadini ed alla pagina del 13 marzo 1909 si può ancora leggere, nella terza riga  Petrosino Giuseppe – Luogotenente – Omicidio per arma da fuoco – Disposto il seppellimento giusto ordine dell’ istruttore (per giorno 15).

Simbolo della Organizzazione malavitosa Mano Nera

Simbolo della Organizzazione malavitosa Mano Nera

 

Attilio Albergoni

Marzo 2009

 

 

Top