Palermo 43 – 2016 L’immobilità delle macerie 20.11.2016

Continua a leggere »

Conferenza del 20 aprile al Rotary PA Mediterranea

Rotary CLUB Palermo Mediterranea 15 aprile alle ore 20.30   Evento Interclub organizzato dal Rotary Club Palermo Mediterranea. Partecipano i Club Palermo OVEST, Palermo MONREALE, Palermo TEATRO del SOLE. Le fotografie si riferiscono ad aluni momenti della serata: il Presidente del Rotary Club Palermo Mediterranea Arch. Cesare Calcara, al centro, a sx il Dott. Giuseppe […]

Continua a leggere »

Mostra “Da Costa a Costa” febbraio 2007

Le fotografie delle postazioni militari nel palermitano

Continua a leggere »

Mostra Fortificazioni dal XVI al XX sec.

03 maggio 2008                               Si é tenuta al Circolo Sottufficiali di Presidio la mostra su: “Fortificazioni costiere palermitane dal XVI al XX secolo”. Sono state esposte fotografie delle fortificazioni costiere, antiche e moderne, esistenti lungo la suggetiva costa palermitana. Sono intervenuti: […]

Continua a leggere »

L’Ambasciatore della RFT per il 70° dello Sbarco Alleato in Sicilia

  L’Ambasciatore della Repubblica Federale di Germania, Ecc. Schäfers, si é recato a visitare la mostra sui tedeschi a Palermo organizzata nell’ambito delle manifestazioni curate da Mediterraniae e RAI per il 70° anniversario dello Sbarco in Sicilia del 1943. Come più volte ribadito non si é trattato di celebrazioni ma soltanto di ricordare un periodo […]

Continua a leggere »

Cartolina per il 70° dello Sbarco Alleato del 1943

                La cartolina é stata stampata grazie al contributo dato dal Rotary Club Palermo Est alle Manifestazioni e distribuita, gratuitamente, in tutti gli eventi cittadini.

Continua a leggere »

22 luglio 2013 RAI Concerto Carabinieri

Presso l’Auditorium RAI di Palermo si svolta la manifestazione che chiude la ricorrenza dello Sbarco Alleato in Sicilia e del conseguente ingresso delle truppe americane a Palermo il 22 luglio 1943: “Luglio 1943. Palermo sotto un cielo di stelle e … strisce”. Degna conclusione delle giornate precedenti con la Fanfara del 12° Btg Carabinieri Sicilia […]

Continua a leggere »

Visita alla Base Navale di Sigonella 2013

Interessante ed istruttiva visita alla Base Navale USA di Sigonella. Per la cronaca, tutti i lavori della base sono stati eseguiti dalle Coop Rosse.

Continua a leggere »

Passo del Garrone, visita alla postazione della WW II

 

Continua a leggere »

A bordo della USS INCHON 1980

Continua a leggere »

Palermo 43 – 2016 L’immobilità delle macerie 20.11.2016

Locandina tavola rotonda Palermo 43016

Conferenza del 20 aprile al Rotary PA Mediterranea

 

Evento Interclub organizzato dal Rotary Club Palermo Mediterranea. Partecipano i Club Palermo OVEST, Palermo MONREALE, Palermo TEATRO del SOLE. Le fotografie si riferiscono ad aluni momenti della serata: il Presidente del Rotary Club Palermo Mediterranea Arch. Cesare Calcara, al centro, a sx il Dott. Giuseppe Cumia, a dx il Dott. Pietro Attanasio e il Dott. Nuccio Valenza, rispettivi Presidenti degli altri Club.

L'immagine può contenere: sMSAConferenza Attilio Albergoni a Palazzo Fatta per il Rotary Club

Rotary Med 4 DSC_1296

Rotary Med 3 DSC_1261Rotary Med 2 DSC_1293

Mostra “Da Costa a Costa” febbraio 2007

Invito alla presentazione del libro dal quale la mostra prende spunto

Invito alla presentazione del libro dal quale la mostra prende spunto

OLYMPUS DIGITAL CAMERA

Le fotografie delle postazioni militari nel palermitano
Altre fotografie

Altre fotografie

Descizione della Mostra

Descizione della Mostra

Mostra Fortificazioni dal XVI al XX sec.

03 maggio 2008

Invito Mostra Fortificazioni

Invito Mostra Fortificazioni

Alcuni tra gli intervenuti

Alcuni tra gli intervenuti

Foto della Mostra

Foto della Mostra

Foto della mostra

Foto della mostra

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Si é tenuta al Circolo Sottufficiali di Presidio la mostra su: “Fortificazioni costiere palermitane dal XVI al XX secolo”. Sono state esposte fotografie delle fortificazioni costiere, antiche e moderne, esistenti lungo la suggetiva costa palermitana. Sono intervenuti: il dott. Maurizio Graffeo, il prof. Saverio Brancato (purtroppo ora scomparso), il dott. Gian Paolo La Colla, l’arch. Salvo Greco, il dott. Rino Francaviglia, l’arch. Giuseppe Valenti.

L’Ambasciatore della RFT per il 70° dello Sbarco Alleato in Sicilia

Io Ambasciatore  Schäfers e Cons. Militello all'Utveggio

Da dx: Ambasciatore Schäfers, Presidente Albergoni  e Console Onorario Militello, all’Utveggio.

 

L’Ambasciatore della Repubblica Federale di Germania, Ecc. Schäfers, si é recato a visitare la mostra sui tedeschi a Palermo organizzata nell’ambito delle manifestazioni curate da Mediterraniae e RAI per il 70° anniversario dello Sbarco in Sicilia del 1943. Come più volte ribadito non si é trattato di celebrazioni ma soltanto di ricordare un periodo importante della nostra storia e comune a tutte le Nazioni coinvolte. Il Diplomatico era accompagnato dal Console Onorario della RFT a Palermo Prof. Dott. Militello.  Il Presidente del CERISDI prof. Cardinale, l’arch Salamone e il dott. Tantillo hanno reso possibile la mostra e hanno dato la possibilità a quanti non conoscevano il Castello di poterlo visitare.

Cartolina per il 70° dello Sbarco Alleato del 1943

Cartolina Luglio 1943 lato A

Cartolina Luglio 1943 lato A

Cartolina Luglio 1943 lato B

Cartolina Luglio 1943 lato B

 

 

 

 

 

 

 

 

La cartolina é stata stampata grazie al contributo dato dal Rotary Club Palermo Est alle Manifestazioni e distribuita, gratuitamente, in tutti gli eventi cittadini.

22 luglio 2013 RAI Concerto Carabinieri

Presso l’Auditorium RAI di Palermo si svolta la manifestazione che chiude la ricorrenza dello Sbarco Alleato in Sicilia e del conseguente ingresso delle truppe americane a Palermo il 22 luglio 1943: “Luglio 1943. Palermo sotto un cielo di stelle e … strisce”. Degna conclusione delle giornate precedenti con la Fanfara del 12° Btg Carabinieri Sicilia che ha eseguito magistralmente brani dell’epoca e moderni sotto l’impeccabile maestria del Direttore. Altrettanto bella e degna di nota l’esecuzione dei brani del Trio Lescano di nuova formazione.

22 luglio 2013 Fanfara 12 btg CC

22 luglio 2013 Fanfara del 12° Btg CC Sicilia.

 

Visita alla Base Navale di Sigonella 2013

Interessante ed istruttiva visita alla Base Navale USA di Sigonella. Per la cronaca, tutti i lavori della base sono stati eseguiti dalle Coop Rosse.

Cokpit quadrimotore Orion

Cockpit del quadrimotore Orion

Visita a Sigonella. A bordo dell'Orion antisom.

Visita a Sigonella NAS. A bordo dell’Orion antisom.

Passo del Garrone, visita alla postazione della WW II

Attilio Passo Garrone 11.06.09

Attilio Albergoni al Passo Garrone 11.06.09.       Visita effettuata con il socio Roberto Campanella

 

A bordo della USS INCHON 1980

Io e lt. Kennedy sul ponte della USS Inchon a Palermo

Io e lt. R. Kennedy sul ponte della USS Inchon a Palermo

This feature has not been activated yet. Install and activate the WordPress Popular Posts plugin.

Il Grumman Prowler EA-6B caduto a Palermo

 

La sera del 16 dicembre 1979…

Quella sera ero andato a cena da una coppia di amici che abitavano vicino casa e proprio mentre stavamo chiacchierando tra una portata e l’altra, ricordo che si sentì ben distintamente il rumore di un jet che sorvolava la città a bassa quota.    Dopo il secondo giro, oggi non ricordo se ne fece altri, capimmo che doveva trattarsi di un aereo militare in avaria o quanto meno con problemi seri, in quanto non era mai capitata una situazione simile e per giunta col buio. L’indomani, appena saputo dalla radio che un aereo militare americano era precipitato a Capaci, località balneare poco distante da Palermo, presi la macchina fotografica, salii sulla mia Fiat 500 e partii di gran carriera   per andare a vedere cosa era    successo. Appena arrivato sul posto vi erano pochi Carabinieri a controllare una villetta che era stata come falciata nel mezzo da una grande lama e la parte soprastante era ricaduta su quella lama che era stata il Prowler.
Il Prowler americano decollato dalla Nimitz e precipitato su una abitazione.

Il Prowler americano decollato dalla Nimitz e precipitato su una abitazione.

Pezzi dell’aereo erano sparsi dappertutto, ne presi qualcuno piccolo per vedere di che pasta era fatto un jet militare americano: pasta dura senza meno! I frammenti erano durissimi, se pur piccoli, e difficili da piegare con le mani. Nel volgere di poco tempo si radunarono attorno alla zona dell’impatto, oltre ai curiosi, anche i Marines arrivati o da Catania o dalla portaerei Nimitz che era in navigazione nei paraggi, i quali impedirono a chiunque di fotografare o raccogliere qualsiasi cosa. A quel punto non mi fu possibile fare altro che rientrare a casa. Cosa era accaduto. Un aereo Grumman Prowler EA-6B equipaggiato per contromisure elettroniche, imbarcato sulla USS Nimitz, che assieme alla USS Forrestal partecipava a manovre nel Mediterraneo, si era smarrito… o aveva avuto problemi e non trovando ne la portaerei ne l’aeroporto di Punta Raisi (entrambe le cose mi risultano leggermente assurde) si era messo a girare sulla città scaricando il residuo carburante per poi tentare, forse, un ammaraggio. Fatto sta che terminato il carburante il pilota e i tre NFO membri d’equipaggio si eiettarono con i loro sediolini sulla verticale pianeggiante tra il Monte Pellegrino e i Monti Billiemi, ma la serata ventosa e con precipitazioni abbondanti non fu loro di aiuto. Morì il pilota, Robert Dark nell’impatto sul Monte Pellegrino e gli altri uomini dell’equipaggio furono sparsi dal vento poco fuori città, dove un sediolino fracassò il tetto di una villa a Mondello, ma comunque gli uomini furono salvi e recuperati.  

Prowler frammenti

Prowler frammenti

Prowler sulla USS Forrestal 1976

Prowler imbarcato sulla USS Forrestal 1976

Ufficiosamente ho sempre avuto una mia tesi, che non so se fondata o meno, e a tal proposito è bene ricordare che: Il 4 novembre del 1979, dodici giorni prima, 66 impiegati e personale addetto sia maschile che femminile, vennero prelevati dall’ambasciata USA di Teheran capitale di quella che un tempo era stata la Persia ed ora si chiama Iran e fatti prigionieri dai novelli guardiani musulmani. In tutto gli ostaggi furono tenuti prigionieri per 444 lunghi giorni che furono al centro di trattative segrete e preparativi per la loro liberazione. Al tramonto del 24 aprile 1980 otto elicotteri RH-53D con una strana colorazione rosa sabbia, il primo impiego assoluto di tale colorazione desertica usata al posto di quella usuale verde, furono allineati sul ponte di volo della portaerei Nimitz pronti al decollo per l’operazione “Eagle Claw”, la liberazione degli ostaggi in Iran. L’azione fu un disastro e si risolse con perdite di militari, aerei ed elicotteri USA e con un nulla di fatto.

Ma la concomitanza in Mediterraneo della presenza della Nimitz e della Forrestal, a soli dodici giorni dal rapimento degli ostaggi, e della caduta di un aereo così particolare equipaggiato per operazioni di contromisure elettroniche altamente sofisticate e senza più carburante, forse, a mio parere, non sarebbe soltanto una coincidenza ma probabilmente: 1) si stava tentando già qualcosa per liberare gli ostaggi; 2) si stavano effettuando operazioni di sorveglianza elettronica sul territorio iraniano per pianificare ciò che poi è stato portato in atto senza successo. Chissà!

Luglio 2009                                                                                                                                                                                                            

                                                                             Testo e foto Attilio Albergoni 2009 riproduzione vietata©

Top